Cosa cambia con le Printing Conditions

Printing Conditions, cosa cambia

Conoscere la norma ISO 12647-2:2013 rappresenta un presupposto, un punto di partenza indispensabile per essere competitivi e protagonisti nel mercato internazionale. Tutto ciò permette di stampare in modo simile in tutto il mondo, prevedendo il risultato finale.

Il risultato qualitativo di uno stampato dipende dalle condizioni di stampa con le quali viene realizzato, il punto fermo che nella norma viene definito "Printing Conditions".

Un'approfondita analisi su questo particolare aspetto della norma oggetto di revisione, è disponibile nel fascicolo di novembre 2014 di Italia Grafica, organo ufficiale di Assografici.

Prosegue così il ciclo di approfondimento dedicato alla nuova norma ISO 12647-2, realizzato in collaborazione con il Prof. Adalberto Monti.

Post popolari in questo blog

Come preparare correttamente un PDF/X per la stampa

Caratterizzare e certificare le tinte piatte con il CxF/X-4

Il corretto flusso di lavoro nella stampa digitale