Affinity Publisher delude nella gestione dei PDF/X-4


È da molti anni che si parla di PDF/X-4 e dei vantaggi che l'utenza delle arti grafiche potrebbe trarre dal suo utilizzo, in particolare per la gestione dei livelli (OCG) e della trasparenza nativa. La realtà dei fatti però è che molte applicazioni, anche tra quelle introdotte sul mercato più recentemente, non ne garantiscono ancora il pieno supporto, con la diretta conseguenza che la diffusione dello standard stenta a decollare.

Un esempio concreto di tutto questo è Affinity Publisher, che anche nell'ultima release appena messa a disposizione dell'utenza finale, non supporta correttamente il formato PDF/X-4 (ISO 15930-7:2010). Considerando che Adobe Indesign (il diretto concorrente e leader di mercato) supporta pienamente questa specifica a partire dalla versione CS5.5, sono rimasto molto sorpreso e contrariato per quello che da molti sostenitori viene definito come la "InDesign killer application".

In seguito a una serie di verifiche, è emerso che il software fallisce gran parte dei test (vedi immagine sopra) della Ghent PDF Output Suite 5, lo strumento messo a disposizione dal Ghent Workgroup per controllare la corretta interpretazione delle differenti funzionalità del PDF. In pratica importando le sei pagine del test si riscontra sia una non corretta visualizzazione a monitor, sia una non corretta esportazione in PDF/X-4 del documento appena generato.

Nota molto dolente è che la stessa cosa accade anche con le altre applicazioni della stessa software house britannica, ovvero Affinity Designer dedicato alla grafica vettoriale e Affinity Photo dedicato alla gestione delle immagini e al foto ritocco. Si raccomanda pertanto a tutti gli utilizzatori, estrema attenzione e cautela nel posizionare PDF nelle applicazioni Affinity (in particolare per le pubblicità) e nella gestione a RIP dei documenti esportati in PDF/X-4.

Sicuramente al momento questa suite di applicazioni, non può ritenersi assolutamente adatta per un utilizzo nel campo della stampa professionale, soprattutto in considerazione delle nuove tecnologie e funzionalità che ruotano attorno al PDF 2.0 e all'ormai imminente PDF/X-6.

Post popolari in questo blog

Come preparare correttamente un PDF/X per la stampa

Caratterizzare e certificare le tinte piatte con il CxF/X-4

Il corretto flusso di lavoro nella stampa digitale